5 cose da non fare (e 5 da fare) quando hai il ciclo

Il giorni del ciclo sono molto delicati e, per quanto ogni donna li viva in maniera diversa e molto personale, ci sono delle cose che andrebbero fatte e delle cose, invece, che andrebbero davvero evitate.

Durante questi giorni del mese il corpo femminile si ritrova in pieno squilibrio ormonale: questo significa che alcune cose che durante i giorni normali non creano problemi possono diventare fastidiose o addirittura intollerabili. Ecco allora cinque cose da non fare e cinque cose da fare.

 

Cinque cose da non fare quando hai il ciclo

 

1.    Mangiare zuccheri e cibi troppo salati

Proprio in quei giorni in cui ne hai più voglia sarebbe bene evitare di mangiare cibi troppo dolci o troppo salati. I dolci infatti fanno aumentare notevolmente i livelli di zucchero nel sangue questo dà una sensazione di pigrizia, torpore e irritabilità. I cibi salati, invece, provocano ritenzione idrica e gonfiore.

2.    Allenamento pesante

L’intensa attività fisica, specie se collegata a un apporto calorico troppo basso, può far smettere di colpo le mestruazioni. Questo non significa, però, che si debba rimanere ferme: un allenamento soft è più che indicato e serve ad alleviare crampi e tensioni muscolari.

3.    Ceretta

I bassi livelli di estrogeno porta ad avvertire in maniera più intensa i dolori fisici. Nelle donne più sensibili persino la manicure è un problema. La ceretta, già dolorosa di suo, può diventare insostenibile.

4.    Stare al freddo

Lo sbilanciamento del livello ormonale può provocare brividi di freddo e dare una sensazione di pesantezza alle gambe. Questa sensazione di malessere può peggiorare stando al freddo.

5.    Indossare abiti stretti

Gli abiti troppo stretti sono dannosi durante il ciclo mestruale: costringono la zona addominale e provocano problemi anche all’utero rendendo più dolorosa la contrazione dei muscoli.

 

Cinque cose da fare quando hai il ciclo

 

1.    Riposare

Durante le mestruazioni i sistemi di difesa del corpo sono al minimo. Riposare diventa fondamentale per recuperare le energie. Il riposo, inoltre, è fondamentale per evitare di far peggiorare i crampi.

2.    Applicare cerotti riscaldanti

L’effetto del calore durante il periodo mestruale è simile a quello degli antidolorifici: basta posizionare un cerotto riscaldante direttamente sull’addome per sentire i crampi ridursi notevolmente.

3.    Meditare

Uno dei più grandi problemi del periodo mestruale sono gli sbalzi d’umore. Il rimedio più appropriato è la meditazione: bastano un’app sullo smartphone e una posizione comoda per tornare serene.

4.    Mangiare i cibi giusti

Se dolci e cibi troppo salati sono da evitare, ci sono invece degli alimenti che rendono il ciclo più semplice: per esempio i legumi, che con il loro alto contenuto di vitamina B riducono i crampi.
Anche gli spinaci, che contengono magnesio, aiutano ad alleviare i dolori mestruali. Infine, anche il salmone, con il suo contenuto di omega-3, aiuta a combattere le prostaglandine, responsabili delle contrazioni mestruali.

5.    Bere tisane

Bere tisane a base di camomilla, di achillea millefoglie o di melissa allevia i dolori mestruali e dona una sensazione diffusa di benessere e relax.

Dolori alla schiena

Allevia il dolore con la fascia lombare auto riscaldante e  ricaricabile.

€ 8.29

Dolori cervicali

Combatti il dolore 
con la fascia cervicale ricaricabile

€ 5.99

Dolori mestruali

Cerotto riscaldante per un sollievo
immediato da dolori e crampi

€ 4.99

Dolori localizzati

Stop al dolore 
localizzato con il cerotto autoriscaldante

€ 4.99

Maurita

Il prodotto è conforme alla descrizione.
Scalda molto e mantiene il calore nel tempo. Lo stesso effetto della borsa dell’acqua calda, ma senza il fastidioso “peso” sulla pancia. Lo consiglio.

Eleonora

Ho provato il cerotto, per sostituire la mia cara borsa dell’acqua calda, perché oltre a non poterci uscire mi pesava sulla pancia e non era comodissima. Sono molto soddisfatta, il cerotto scalda la zona e da sollievo ma è anche comodo. Non si vede sotto i vestiti e non si muove.