Seleziona una pagina

Contratture muscolari: come riconoscerle e curarle

Dopo aver giocato a calcio possono insorgere dei dolori davvero fastidiosi: stiamo parlando dei crampi, dovuti alle contrazioni dei muscoli che hai allenato.

La tue gambe sono formate da un insieme di muscoli che vengono sottoposti a notevole sforzo quando giochi a calcio.

In particolare il gastroectemio e il soleo (che collegano la parte superiore della gamba a quella inferiore) sono quelli che sviluppano contrazioni improvvise e involontarie.

Come si fa a fermare i crampi?
Semplice: riconoscendoli, capendo le cause e ricorrendo a dei metodi naturali che aiuteranno i muscoli a distendersi.

Crampi dopo il calcio: come riconoscerli

Come già detto, i crampi sono delle contrazioni o degli spasmi improvvisi dei muscoli. Puoi riconoscerli non solo per via del dolore, che è acuto e persistente, ma anche perché la parte si presenterà dura e tesa.

In più potresti non essere in grado di muovere la gamba per qualche minuto: dovrai infatti dare al tuo corpo il tempo di controllare e rilassare i muscoli.

Crampi dopo il calcio: cause

I crampi post-calcio si presentano per diverse ragioni: capita quando si è rimasti fermi per lungo tempo, quando si è stanchi o stressati o quando si è disidratati.

Se fuori fa caldo e non stai bevendo una quantità adeguata di acqua, i tuoi muscoli possono risentirne e potrebbero continuare a dare problemi anche dopo la partita.

Crampi dopo il calcio: rimedi naturali per farli passare in fretta

Per eliminare del tutto questi fastidiosi dolori devi fare in modo che i muscoli si distendano. Per far sì che accada si può applicare un cerotto riscaldante: grazie all’aiuto del calore, che viene mantenuto per ben dodici ore, il dolore da tensione, distorsione, stiramento e affaticamento si allevia.

Nel frattempo è bene provare a distendere la gamba in maniera graduale: stira fino a quando puoi e fermati quando avverti il dolore. Riprova dopo qualche minuto, fino a quando noterai una ripresa di elasticità.

In più, si può provare a massaggiare la parte con un po’ di olio di arnica, facendo una leggera pressione e muovendo le dita circolarmente, in maniera costante, per qualche minuto.

Vedi alcuni esempi di cerotti riscaldanti

Usa la termoterapia per alleviare il dolore concentrandoti sulla sua origine in modo da riscoprire la gioia di muoverti.

Dolori
alla schiena

Dolori
cervicali

Dolori
mestruali

Contratture
muscolari