Seleziona una pagina

Tacchi, croce e delizia: quando fanno male alla schiena

Tutte le donne amano portare i tacchi: non solo slanciano e rendono più sensuali, ma sono l’accessorio che rende completo qualsiasi look. Il problema è che spesso fanno male e non solo ai piedi: uno dei disturbi correlati all’uso dei tacchi è il mal di schiena.

Quando si portano a lungo i tacchi infatti, si tende a stressare la zona lombare. Il risultato è una fastidiosa lombosciatalgia che rischia di cronicizzarsi e di provocare, dunque, problemi a lungo termine.

Ma nel dettaglio quali tacchi dobbiamo evitare e per quanto tempo per proteggere la nostra schiena? E cosa dobbiamo fare quando insorge il dolore? È presto detto.

 

Tacchi e mal di schiena: quali evitare

Recenti studi hanno dimostrato che a provocare le lombalgie più acute e fastidiose sono i tacchi alti tra i 7 e i 10 centimetri.

Questo perché quando si indossano scarpe così alte si costringe il corpo a compensare la postura, alterando la curvatura naturale della colonna vertebrale.

Il risultato è una modifica sensibile della struttura scheletrica, che danneggia e infiamma le articolazioni portando all’insorgere di dolori persistenti.

 

Tacchi e mal di schiena: i tempi da rispettare

Considerando che un’ora di passeggiata con i tacchi alti oltre 7 centimetri può apportare dei veri e propri mutamenti della colonna vertebrale, sarebbe bene evitare di indossarli se prevediamo di camminare per tanto tempo.

Anche se spesso il tacco è una necessità imposta dal luogo di lavoro, onde evitare danni e infiammazione sarebbe altrettanto sconsigliato indossarli se si prevedono lunghi momenti in piedi.

 

Tacchi e mal di schiena: i rimedi

Uno degli errori che molte donne commettono quando insorge il mal di schiena da tacco alto è passare immediatamente a una calzatura piatta. La scarpa senza nessun tipo di tacco è in realtà dannosa e non aiuta a far passare i dolori.

Per eliminare questo fastidioso problema si può innanzitutto fare un po’ di stretching, allungando e distendendo i muscoli. Dopodiché si può applicare una fascia lombare riscaldante, che allevia le tensioni e diminuisce sensibilmente il dolore.

Infine, occorre indossare una scarpa che abbia un rialzo di almeno due centimetri: questa altezza permette infatti alla schiena di assumere una posizione naturale, non stressata, che aiuta a eliminare i danni provocati dall’uso eccessivo dei tacchi alti.

Vedi alcuni esempi di cerotti riscaldanti

Usa la termoterapia per alleviare il dolore concentrandoti sulla sua origine in modo da riscoprire la gioia di muoverti.

Dolori
alla schiena

Dolori
cervicali

Dolori
mestruali

Contratture
muscolari